Tu sei qui: Home / Media / Pubblicità / Carosello / Cos'era "Carosello"?

Cos'era "Carosello"?

CAROSELLO

Nasce il 3 febbraio 1957 (il programma si concluderà nella primavera del 1977 ed è il frutto di un compromesso tra le dirigenze della RAI ed i rappresentanti delle maggiori imprese industriali che vedevano nel mezzo televisivo enormi potenzialità commerciali. La RAI impose alle aziende di produrre pubblicità sotto forma di spettacolini o di scenette ed ogni spot doveva rispettare regole molto rigide:

  1. ogni spot doveva durare 1 minuto e 45 secondi dei quali solo 20-30 potevano essere dedicati alla menzione del prodotto, il nome del quale non poteva essere ripetuto più di 3 volte;
  2. la scenetta doveva essere separata nettamente dal codino pubblicitario finale,
  3. un ciclo pubblicitario era di 4 (poi di 6) spot che erano trasmessi a distanza di 10 giorni l'uno dall'altro;
  4. non dovevano esserci riferimenti espliciti o impliciti o incoraggiamenti all'amoralità, al sesso, alla violenza, al vizio, alla disonestà. Curiosità: erano esclusi spot sulla biancheria intima, c'era il divieto di nominare parole considerate di cattivo gusto come "forfora", "sudore", "depilazione", ecc.
  5. Gli spazi pubblicitari erano rigorosamente separati dal resto dei programmi.

CARATTERISTICHE DELLE PUBBLICITA' DI CAROSELLO

  1. Struttura narrativa con happy end obbligatorio
  2. Uso dello slogan / differenze con gli slogan attualmente usati in pubblicità
  3. Uso dei cartoons
  4. Esaltazione della modernità
  5. Sperimentazione di tecniche, di effetti speciali e di neologismi.
Fonte: www.israt.it/israt/sportello/percorsi/televisione/tappa3.htm