Tu sei qui: Home / Media / Cinema / Totò / Totò Peppino e la malafemmina (1956) / Totò Peppino e la malafemmina (1956) - Piani e trascrizione

Totò Peppino e la malafemmina (1956) - Piani e trascrizione

Piani e trascrizione del dialogo

PLAN 1 (12'')
Plan 1
Musica

PLAN 2 (6'')
Plan 2
Peppino (P) e Antonio (A): È bello questo. Bello eh...
P: Che sarà, il municipio?

Rumore di traffico

PLAN 3 (2'')
Plan 3
A: Come, il municipio? Ma tu che dici? Questo dev'essere la Scala di Milano
P: E dove sta?
A: Ma... che?

PLAN 4 (21'')
Plan 4
P: La scala?
A: E starà dentro, no?
P: Ah!
P: È bello, sembra vero.
A: Come sembra vero? È vero! Questo è uno stile etrusco. È un mezzovale, un mezzovale.
P: Mezzovale...
A: E ma tu ci credi, 'sto paese è così grande che io non mi raccapezzo.
P: Ma come si fa?
A: Bisognerebbe trovare qualcuno, che so, per sapere l'indirizzo di questa Marisa Florian
P: Domandiamo a quel militare là.

PLAN 5 (3'')
Plan 5
A: A quello, a che, sei pazzo? Quello dev'essere un generale austriaco, non lo vedi!

PLAN 6 (1' 56'')
Plan 6
P: E va be', siamo alleati.
A: Siamo alleati? Già è vero. Siamo alleati.
P: Siamo alleati...
A: Andiamo
A: Excuse me
P: Ahi!
A: E scansati! Scusi, lei è di qua?
Vigile (V): Dica...
A: È di qua?
V: Sì... be,' sono di qua, perché, ma ciapaa per un tedesco?
A: Ah, è tedesco! Te l'avevo detto io che era tedesco!
P: E allora come si fà?
A: E ci parlo io!
P: Perchè tu parli...
A: Eh oeh! ho avuto un amico... prigioniero in Germania. Non m'interrompere, se no perdo il filo...
A: Dunque, excuse me,
V: Se ghè?
A: Bitteschen, noio...
V: Se ghè?
A: Ha capito!
P: Ch'ha detto?
A: Dopo ti spiego...
A: Noio vulevam... vulevon... savoir. Noio vulevon savoir l'indiriss, ja?
V: Eh... ma... bisogna che parliate l'italiano, perchè io non vi capisco.
A: Parla italiano! Parla italiano!!
P: Complimenti!
A: Complimenti! Parla italiano, bravo!
V: Ma scusate...
A: Dunque...
V: Ma dove vi credevate di essere? Siamo a Milano qua.
A: Appunto, lo so... Dunque... noi vogliamo sapere per andare
P: Per andare...
A: dove dobbiamo andare...
P: andare..
A: per dove dobbiamo andare
P: ... andare...
A: Sa, è una semplice informazione
V: Sentite...
P: Sì
V: se volete andare al manicomio...
P. A. : Sì signore!
V: vi accompagno io!
P. A. : Sì signore!
V: Ma varda un pu che roba! Ma dove venite, voi? Dalla Val Brembana?

Musica

A: Non ha capito una parola!
P: Sai che facciamo? Questa é la piazza principale, sediamoci qui. Quella, qua passa!
A: Ma che sei pazzo? Che ti credi che è un paese... Questa è una grande città!
P: E allora come facciamo?
A: Vieni! Ci penso io! Vieni con me!
P: Eh là... che è quello?
A: E quello sarà un arco di Tito
P: Non è pericoloso?
A: Macché pericoloso!
P: E que... è così alto...