Giorgio Gaber - Com'è bella la città (testo)

 

 

Parlato: la città di Milano ha una struttura tipicamente concentrica. I nostri interventi tendono a razionalizzare dov’è possibile tutto ciò che riguarda la viabilità, i servizi, le strutture primarie, le infrastrutture. Si deve dare al cittadino uno spazio vitale, abitabile, confortevole, soprattutto congeniale alla sua natura intima e al tempo stesso operosa. In questo contesto.... In questo contesto... In questo contesto...

 

Vieni, vieni in città,
che stai a fare in campagna,
se tu vuoi farti una vita
devi venire in città.

Com’è bella la città,
com’è grande la città,
com’è viva la città,
com’è allegra la città.

Piena di strade e di negozi
e di vetrine piene di luce,
con tanta gente che lavora,
con tanta gente che produce.

Con le réclames sempre più grandi,
coi magazzini, le scale mobili,
coi grattacieli sempre più alti
e tante macchine sempre di più.

Com’è bella la città,
com’è grande la città,
com’è viva la città,
com’è allegra la città.

Vieni, vieni in città,
che stai a fare in campagna,
se tu vuoi farti una vita
devi venire in città.

Com’è bella la città,
com’è grande la città,
com’è viva la città,
com’è allegra la città.

Piena di strade e di negozi
e di vetrine piene di luce,
con tanta gente che lavora,
con tanta gente che produce.

Con le réclames sempre più grandi,
coi magazzini, le scale mobili,
coi grattacieli sempre più alti
e tante macchine sempre di più.

Com’è bella la città,
com’è grande la città,
com’è viva la città,
com’è...

Vieni, vieni in città,
che stai a fare in campagna,
se tu vuoi farti una vita
devi venire in città.

Com’è bella la città,
com’è grande la città,
com’è viva la città,
com’è allegra la città.

Piena di strade e di negozi
e di vetrine piene di luce,
con tanta gente che lavora,
con tanta gente che produce.

Con le réclames sempre più grandi,
coi magazzini, le scale mobili,
coi grattacieli sempre più alti
e tante macchine sempre di più.

Com’è bella la città,
com’è grande la città,
com’è viva la città,
com’è allegra la città.

Com’è bella la città,
com’è grande la città,
com’è viva la città,
com’è allegra la città.

Piena di strade e di negozi
e di vetrine piene di luce,
con tanta gente che lavora,
con tanta gente che produce.

Con le réclames sempre più grandi,
coi magazzini, le scale mobili,
coi grattacieli sempre più alti
e tante macchine sempre di più,
sempre di più, sempre di più, sempre di più...